Pagina Facebook

Rimani sempre aggiornato anche dalla nostra pagina Facebook

20 Giugno 2024

Festa dell'Unità di Brembio

Si parte con la mitica festa

Mancano pochi giorni all’apertura della prima Festa dell’Unità 2024 nel lodigiano. Infatti, venerdì 21 prenderà il via la Festa di Brembio, che chiuderà il 30 giugno. Le Feste dell’Unità rappresentano gli appuntamenti più importanti sul territorio per il dibattito politico, che – anche quest’anno – vedrà la partecipazione di esponenti della politica nazionale, regionale e territoriale sui temi di maggiore rilevanza del momento. “I due appuntamenti di Brembio, nei prossimi giorni, e di Lodi a settembre, sono l’occasione per tutti i lodigiani di conoscere, confrontarsi e dialogare su Europa, sanità, lavoro, donne, politica nazionale e internazionale” dichiara Andrea Ferrari, segretario provinciale del PD “ci teniamo particolarmente perché stiamo assistendo ad un progressivo allontanamento della politica dai cittadini, questa è un’occasione per avvicinarsi e riannodare i legami indispensabili tra territorio e politica”. La Festa di Brembio ospiterà, in un programma ricco e vario, l’on. Lorenzo Guerini, ora presidente del COPASIR, la prima serata del 21 giugno in cui si tratterà il tema del rapporto tra Europa e piccoli comuni con Emma Perfetti, sindaca di Castiraga Vidardo, e Andrea Furegato, sindaco di Lodi. Modera Luciana Grosso, giornalista de Il Foglio e Il Cittadino

Martedì 25 è in programma un dibattito con Pierfrancesco Majorino, capogruppo del Pd al Consiglio Regionale, Roberta Vallacchi, vice capogruppo PD al Consiglio Regionale, e Oriana Ghidotti, sindaca di Brembio sul tema della Sanità, che in Lombardia presenta gravi problemi tra i quali infinite liste d’attesa e carenza di personale, anche di medici di base. La proposta di legge popolare, che ha raggiunto in poche settimane 50.000 firme, è al centro dell’agenda del Partito Democratico della Lombardia per garantire l’universalità del servizio, la centralità della prevenzione, il ruolo prioritario dei servizi territoriali e la necessità di un governo pubblico degli erogatori dei servizi. Nel corso della festa proseguirà la raccolta firme che continuerà durante tutta l'estate in tutta la regione con l'obiettivo di raggiungere 100mila firme.

Il mercoledì 26 è dedicato al rapporto tra lavoro e donne con un dibattito a cui parteciperanno la consigliera regionale PD Paola Bocci, la segretaria generale della Camera del Lavoro Eliana Schiadà, SilvanaNicola, referente conciliazione vita-lavoro ATS della Città metropolitana di Milano e Danila Baldo, vicepresidente di Toponomastica femminile e Componente Comitato di Lodi Senonoraquando Snoq. Modera Valeria Menichini di Donne Democratiche. La serata proseguirà con lo spettacolo di letture scelte e lette da rappresentanti di Donne Democratiche e musica con la cantautrice Virginia Veronesi che presenterà il suo ultimo CD “Gusci”. La Festa prosegue, il 29 giugno sarà ospite a Brembio la segretaria regionale del PD Silvia Roggiani e Paolo Romano, consigliere regionale, per approfondire la grande questione legata al voto dei giovani, dei fuori sede e all’astensionismo. Un’occasione anche per commentare e confrontarsi sulle iniziative del Partito Democratico in sede parlamentare: dall’autonomia differenziata che spacca l’Italia aumentando le diseguaglianze tra le varie regioni, alla discussione del Premierato che aumenta i poteri del premier solo al comando. Modera Maria Cristina Baggi, vicesegretaria provinciale del PD. Durante la Festa, oltre alla raccolta firme per la legge di iniziativa popolare sulla sanità, sarà attiva anche la raccolta firme a supporto della legge sul salario minimo. In Italia, l’assenza di un salario minimo legale è una realtà che impatta milioni di lavoratori, spingendo sempre più persone verso la soglia di povertà. Il salario minimo può difendere i lavoratori dallo sfruttamento, ridurre il gap salariale, stimolare l’innovazione nelle imprese e proteggere i redditi più bassi dall’inflazione.